sabato 31 agosto 2013

Herb-stuffed tomatoes by Ottolenghi + Good things project #7

Ancora con la testa fra le nuvole, altamente suscettibile alla distrazione per via dei ricordi delle vacanze ancora vivi, annoto, per il piacere di ricordarli, gli episodi belli che mi hanno messo il buonumore nell'ultimo mese:
- nel giorno del mio compleanno, passare a trovare un’amica e ricevere in dono un pò del suo tempo prezioso di mamma, i sorrisi della sua piccola creatura neonata, un pianta grassa da lei rinvasata, dei bei cuoricini bianchi di ceramica fatti a mano da un’associazione di disabili;
- improvvisare una gita in giornata tra i monti per sfuggire al deserto cittadino della settimana del ponte di ferragosto e godere di una bella camminata e di un pranzo in malga;
- un violento temporale estivo notturno assaporato al buio sotto le lenzuola;
- un'uscita sbarazzina in infradito e ‘maniche di camicia’ in bici dopo cena per un gelato con la metà e rientrare tutti infreddoliti;
- ritrovarsi in casa per una cena tra amici, ..i racconti delle vacanze, ..i brindisi, ..il cous cous vegano che ho preparato per l'occasione;
- la bella notizia che il corso di yoga riprenderà sì a settembre, ma prima del previsto!
- usare una sacca di cotone blu a tracolla un pò gipsy che profuma di mare e che mi fa sentire come in vacanza nonostante la ripresa del lavoro sia già bella che consolidata;
- organizzare una giornata al Sana a Bologna col pretesto di rivedere un'amica conosciuta via-blog e contare con impazienza i giorni che mancano all'evento;
- la lettura appassionata di 1Q84 di Murakami Haruki;
- attendere sera per assaggiare questi pomodori preparati il giorno prima..




Ingredienti (ho fatto ad occhio, ma vi riporto le dosi tratte dal libro Plenty):

- pomodori maturi: 4
- cipolla: 1
- aglio: 1
- olive nere (taggiasche):12
- olio e.v.o.: 2 cucchiai circa
- pangrattato: 30 gr
- origano secco: 2 cucchiaini
- prezzemolo: 3 cucchiaini
- menta: 1 cucchiaino
- capperi: un cucchiaino e ½
- sale e pepe

Procedimento:

tagliate i pomodori in due in due nel senso della lunghezza (o togliete la cupoletta ad un centimetro circa dal bordo superiore) e svuotateli dei semini e delle parti più fibrose aiutandovi con un coltello.
Salate leggermente l’interno di ogni pomodoro e capovolgeteli in uno scolapasta a perdere i liquidi in eccesso.
Nel frattempo fate scaldare a fuoco basso in una padella antiaderente l’olio extravergine di oliva; aggiungete, poi, la cipolla e l’aglio tagliati finemente e le olive taggiasche a pezzettini e fate cuocere per 5-6 minuti.
Quando la cipolla si è ammorbidita togliete la padella dal fuoco ed aggiungete il pangrattato, le erbe aromatiche sminuzzate, i capperi dissalati e tagliati a pezzettini ed il pepe ed amalgamate bene tra loro gli ingredienti.
Riempite i gusci di pomodoro con il composto di pangrattato ed erbe aromatiche, premendo leggermente la farcia all’interno e formando una cupoletta.
Disponeteli in una pirofila leggermente unta d’olio o foderata con carta da forno.
Inumidite la superficie dei pomodori con poco olio e.v.o e cuocete in forno già caldo a 180° per circa 45-50 minuti, finché si sarà formata una deliziosa crosticina dorata.
Servite i pomodori non troppo caldi; saranno più gustosi se riposano almeno 10 minuti primi di consumarli.

Buon sabato!

5 commenti:

Sara I°lab ha detto...

Devo dirtelo: ecco com'è andata la lettura di questo post.
Ho visto la condivisione su FB: la prima cosa che mi ha colpito è il nome Ottolenghi (rievocazioni vacanziere quasi comuni), ma quello che mi ha fatto fiondare a leggerlo è il "Good Things Project" ...
... e scopro che sono una delle cose che ha reso piacevole il tuo mese... GRAZIE.
Così, per dire, proprio oggi mentre rientravo in auto, pensavo a che bello è avere la possibilità di rivedersi a questo evento...

Ottima la ricetta e brava, sembrano gustosissimi!

Buona serata e un abbraccio,
Sara I°lab

la sissa ha detto...

@Sara I° lab: quindi ti ho stuzzicato su più fronti! ..e' così?!?! Questa cosa mi piace! Eh sì!
..beh, ri-sappi che ..non vedo l'ora arrivi sabatoooo!
Grazie del pensiero,
notte cara :)

Lo ha detto...

mi piace sempre leggerti leggere le tue piccole cose preziose e poi arrivare alla ricetta...che mi lascia sempre con la voglia di sperimentare e provare un baciotto

Ristoranti a Cracovia ha detto...

Grande blog, verrò di nuovo qui!
La ricetta è incoraggiante, sembra grande!

Federico Pasticcere ha detto...

Ciao sei vieni sul mio blog, c'è un premio per Te!!!!!
Complimenti