venerdì 29 aprile 2011

Fioriscono anche i biscotti!

Non avevo ancora ceduto (nonostante la mia curiosità) ai richiami ammalianti della lavanda come fiore da usare in cucina per via dell’associazione inevitabile al suo uso in profumeria ..finché la sorte ha avuto la meglio sulla mia resistenza (assai debole in materia, a dire il vero..)!
Ci trovavamo a passeggiare in una delle tante Feste dei Fiori che in questo periodo vengono organizzate ovunque, quando, passando davanti ad uno stand di un coltivatore bio di lavanda, ci è stato offerto un biscottino aromatizzato con questo fiore……… Decisivo fu questo assaggio per decretare all’istante di dedicare a questo aroma uno spazio nella dispensa delle spezie, conquistata dal particolare e suggestivo profumo conferito al dolcetto!
Nulla di nuovo sotto il sole con questa ricetta per chi ci ha già provato; un piccolo invito, invece, ai diffidenti di sciogliere dubbi e perplessità provando ad inserire nel vostro impasto di pasta frolla preferito una piccola dose, ..un cucchiaino di fiori, e predisporsi ad assaporare ciò si sprigionerà durante la cottura ed all’assaggio..




Ecco, quindi, la ricetta tratta da "Il libro d'oro dei biscotti" resa accattivante e sfiziosa dalla nota salata del fleur du sal. Contrasto che ho gradito, specie se esaltato da un buon bicchiere di prosecco, come elegante alternativa da servire per un dopo cena informale o romantico.



 
:: biscotti alla lavanda e fleur du sal ::

Ingredienti:

- farina 00: 180 gr
- burro di soia: 60 gr
- zucchero di canna grezzo: 50 gr
- tuorlo: 1
- lievito in polvere: 1 cucchiaino
- fiori di lavanda: 1 cucchiaino e mezzo
  + una goccia di olio essenziale bio per uso alimentare
- fleur du sal: ½ cucchiaino

Procedimento:

scaldate il forno a 180° C.
Raccogliete in una ciotola gli ingredienti secchi (farina, lievito, fiori di lavanda e fleur du sal) ed amalgamateli tra loro.
Montate il burro e lo zucchero in una terrina capiente con uno sbattitore elettrico ad alta velocità fino ad ottenere una crema.
Aggiungete il tuorlo ed il goccio di olio essenziale ed amalgamateli al composto senza mescolare troppo.
Incorporate a questo composto gli ingredienti secchi con una spatola.
Trasferite la pasta su una superficie infarinata e lavoratela fino a quando sarà morbida.
Stendetela in una sfoglia di circa 5 mm di spessore e ritagliate i biscotti.
Unite i ritagli, stendeteli nuovamente e continuate a tagliare i biscotti fino ad esaurimento della pasta.
Trasferititeli con una spatola sulla piastra da forno rivestita da carta forno e infornateli fino a quando saranno dorati (circa 12-15 minuti) e consistenti al tatto.
Trasferiteli su una griglia e fateli raffreddare.


E con questo vi auguro un buon week end!

10 commenti:

iulia lampone ha detto...

Carissima, questi biscotti appena riesco a procurarmi un pò di lavanda li proverò sicuramente!
Grazie mille per la ricetta,

un bacione

la sissa ha detto...

Prego cara.. Magari nelle tue passeggiate naturalistiche ne raccogli un pò di spontanea! La trovo bella anche da mettere in un vaso. Passa un buon week end!
Un abbraccio!

Tabita ha detto...

Ecco, io rientro nella categoria degli scettici ma prometto che proverò!
Questi biscottini sono bellissimi, se trovassi un tagliabiscotti come il tuo sarei una donna felicissima :-)

Baci

la sissa ha detto...

@Tabita: guarda, ..anche io ho un debole per i tagliabiscotti e capisco il tuo desiderio...
Io, ora che ho vinto la perplessità, sono tutta un fermento perché sto già pensando ad altre versioni!
Un abbraccio e buonissima giornata!

Marilì di GustoShop ha detto...

Ma sai che anche io sono stata sempre un po' scettica sull'uso della lavanda in cucina ? Fatto sta che pur avendone un bel vaso sul balcone, non mi viene mai in mente di rubarne i fiori a questo scopo. Però effettivamente devono essere gran buoni e poi sì anche a me piace aggiugnere del fleur de sal ai biscotti di pasta frolla, gli dà un guizzo diverso !

Se ti va di partecipare, ho indetto oggi un cocnorso che potrebbe piacerti ? Vuoi passare ?

Ciao
Marilì

Nepitella ha detto...

Che profumo! ma hai usato i fiori secchi normali o esiste qualcosa di tipo alimentare???
Bella l'idea del fleur de sal :))
Un bacione

la sissa ha detto...

@Marilì: sì, sì grazie dell'invito :) passo subito a prendere lumi! Fantastica la lavanda, ha un sacco di proprietà oltre che essere così decorativa da esporre e profumata! Ha stupito anche me il suo uso a scopo alimentare, credimi!
Grazie mille e buona giornata!

@Nepitella: io sono andata in erboristeria ed ho chiesto fiori secchi per uso alimentare bio. E, di fatto, sono quelli normali che si usano per i sacchettini per profumare i cassetti degli armadi......... Fa un pò specie, ma se non si esagera conferiscono un aroma speciale! L'olio essenziale, da usare con parsimonia, l'ho preso ad uno stand. Ho assaggiato anche la marmellata (già che c'ero perché fare la schizzignosa) che non era affatto male ma, comunque, troppo decisa nel sapore per avere idea di finirla in un tempo ragionevole.
Un bacio

Sissa

terry ha detto...

Provai la lavanda nei biscotti diversi anni fà in un agriturismo in Emilia..prima stupita dall'uso poi dal gusto favoloso...da allora è amore!!! favolosi nella tua versione:)

la sissa ha detto...

@Terry: ciao tesora, che sfiziosità! ..Tanto che li ho già infilati anche in un'altra versione!
A presto!

pannifricius delicius ha detto...

Questi mi ispirano assai... maledetta dieta... vorrei provare anche io qualcosa con spezie o "profumi"... pensavo a qualcosa con la menta... boh... vedremo....