mercoledì 25 gennaio 2012

Vellutata di cannellini e porri alla vaniglia

Sempre a caccia di idee sfiziose (e pratiche) da alternare con le ricette di casa più classiche e consolidate, durante le mie disordinate letture serali, balzando di rivista in rivista, sfogliando libri e racimolandone altri, mi sono imbattuta nella ricetta di questa crema di legumi *alternativa* per la presenza della vaniglia, ma che ben si farà gustare in una versione più tradizionale.
E’ mia abitudine recuperare dall’archivio domestico le riviste degli anni precedenti, ma relative alla stagione in corso: non capita di raro, infatti, che ad attirare la mia attenzione siano idee che magari non avevo considerato o che il tempo ha trascurato.
Non potete immaginare, quindi, lo stato del mio comodino.. e la mia confusione mentale quando voglio rintracciare una ricetta già letta.. ..sì, ma dove?!?
Per non perderla di vista, annoto qui questa ricetta certa che, quando la vorrò rifare, la ricerca sarà meno laboriosa..




Ingredienti (per 4 persone):

- fagioli cannellini cotti: 250 gr
- porri: 2
- patate: 2
- scaglie di mandorle: 25 gr
- bacca di vaniglia: 3 cm
- aglio: uno spicchio
- alloro: 4 foglie
- prezzemolo tritato
- sale e pepe
- olio e. v. d’oliva

Procedimento:

affettate finemente i porri e metteteli in una pentola insieme alle foglie di alloro e a 2-3 cucchiai d’olio.
Salate leggermente, coprite e lasciate brasare a fuoco basso per circa 20 minuti.
Passato questo tempo, aggiungete le patate pelate ed a pezzetti, i fagioli e lasciate insaporire per 5 minuti; poi unite circa un litro d’acqua calda.
Portare a bollore e proseguite la cottura per 25 minuti.
Frullate finemente la minestra privata dell’alloro ricavando una crema.
Equilibrate la densità versando, se serve, altra acqua calda ed alla fine controllate il sale, aggiungete il prezzemolo tritato, i semini della vaniglia, il pepe.
Distribuire la vellutata nelle ciotole e cospargete la superficie con le scaglie di mandorle (precedentemente tostate in un padellino a calore basso e senza condimenti per 5 minuti).

Fonte: Cucina Naturale, dicembre 2010.

Buon proseguimento di settimana..


8 commenti:

Francesca ha detto...

Io ti adoro:abbiamo gli stessi gusti e leggiamo le stesse riviste:))))un bacio e brava

herbi ha detto...

chissà che sapore strano deve avere... però coi cannellini l'immagino bene! grazie per aver condiviso, cercherò di farla al più presto... e complimenti per la foto!

Nepitella ha detto...

proprio l'altro giorno sistemando un pò le mie ricette mi sono imbattuta in questa zuppa e mi sono chiesta come sarà? allora dimmi com'era con la vaniglia? mi stuzzicava parecchio...

sara ha detto...

Ah Ah! Anch'io ho quel numero di cucina Naturale, e mi sono sempre chiesta come dev'essere la vaniglia in una zuppa...ora che tu l'hai "testata" sono tranquilla, e al primo porro che mi capita sotto mano me la preparo, grazie!

pannifricius delicius ha detto...

ciao Sissa come va?????
Buona la tua zuppa... deve avere davvero un gusto particolare....
passa da me... ho una sorpresina... spero che non ti rompa :-D

Luisa ha detto...

anch'io ho una sorpresina per te.. quanti regali cara.. te li meriti tutti! vieni da me a scoprirla e.. intanto mi gusto questa zuppetta troppo buona e sana!

Margot ha detto...

Io ho tentato di fare un piccolo archivio di ricette, ma mi sono lasciata prendere la mano e..lasciamo perdere và. Mi incuriosisce assai la zuppa con la vaniglia...e le mandorle croccanti sul morbido le adoro!

la sissa ha detto...

@Francesca: grazie cara!

@Herbi, Nepitella, Sara: la crema di cannellini è delicata, la vaniglia fa fatica a prevaricare sul gusto dei legumi. E’ un’abbinamento ..strano, ..da provare!
Un abbraccio e buon inizio settimana :)

@Pannifricius e Luisa: ho avuto poco tempo negli ultimi giorni per evadere i vostri commenti in maniera approfondita ma.. grazie del pensiero ragazze!!

@Margot: anche io ho un file che raccoglie le mie ricette preferite e anche se nel complesso è un bel minestrone, alla fin fine le riesco a ricercare abbastanza bene.
Un bacio!