lunedì 27 febbraio 2012

Torta veg di datteri e nocciole


Respiro l’aria frizzante e primaverile di questi ultimi giorni e, incapace ad abbandonare sciarpa e piumino, rifletto su quanto veloce sia passato questo inverno, mite e clemente nella zona in cui abito, senza aver avuto la possibilità di goderlo completamente:
una sciarpa grigia iniziata all’inizio della stagione ancora da finire..; una parte delle decorazioni natalizie home made abbandonate per mancanza di tempo, ma tuttora in cantiere per la prossima festività..; il plaid che ci abbraccia durante le nostre poche serate in divano da stivare nella parte alta dell’armadio..; diverse ricette da provare che stanno però passando di stagione..; il desiderio di un week end in montagna tra la neve lasciato in sospeso..
Avida dell’atmosfera invernale mi abbandono con un po’ di malincuore al cambio stagione, certa però che non mancheranno le ragioni per apprezzare la primavera..

Tempo fa (la forma a cuore non vi dovrebbe ingannare sul periodo), ho preparato un dolce proposto da ‘Cucina Naturale’ del mese di gennaio in un formato più grande rispetto alla ricetta per sfruttare lo stampo che vedete in foto e per avere una torta da tagliare a fette per la colazione e, quindi, senza la salsa al cioccolato proposta nella rivista.
Ho semplicemente moltiplicato per quattro le dosi indicate nella ricetta che riporto (le nocciole sono una mia aggiunta), salvo aver diminuito il quantitativo totale di olio (da 120 gr a 90 gr).

Ottima sia nella consistenza che nel gioco di sapori!



Ingredienti:

- farina tipo 2: 70 gr
- farina di cocco essiccato: 10 gr
- succo di mela: 40 gr
- sciroppo di datteri: 30 gr
- olio di semi: 30 gr
- datteri snocciolati: 20 gr
- nocciole tritate grossolanamente: 15 gr
- scorza di limone grattugiata: 1 cucchiaino
- cremor tartato (o lievito per dolci in polvere): ¼ di bustina
- sale fino: una presa

Procedimento:

preriscaldate il forno a 180°C.
Mescolate in una ciotola la farina insieme al cocco, ad una presa di sale ed al cremor tartaro (o lievito).
Riunite in un bicchiere il succo di mela, lo sciroppo di datteri e l’olio di semi e aiutandovi con una frusta battete il composto fino a far sciogliere lo sciroppo.
A questo punto versatelo nella ciotola della farina ed amalgamate gli ingredienti per alcuni minuti, ottenendo un impasto liscio ed omogeneo.
Aggiungete i datteri a pezzetti, le nocciole, la scorza di limone e mescolateli (non va lavorato troppo).
Versare il composto nella teglia oliata ed infarinata ed infornate a 180° C per circa 30 minuti.
Lasciate raffreddare completamente prima di levare il dolce dallo stampo.


Buon inizio settimana :)

16 commenti:

Luisa ha detto...

mi fanno impazzire i tuoi dolci.. sei un mito!

Monica - Un biscotto al giorno ha detto...

questa torta bellissima è veg? Allora ancora meglio!!

Sara ha detto...

Oh, adesso che vedo un nuovo post, mi sento più sollevata...

Torta niente male, che proverò, anche perché ho in casa datteri che vengono direttamente dall'Arabia Saudita.
Una domanda: ma il succo di dattero, invece, dove lo trovi? Io ho provato a cercarlo nei normali negozi bio che frequento e non l'ho mai visto.

Un appunto sulla quantità di olio nelle torte. Mi regolo così: sostituisco la quantità di burro indicata nella ricetta con il 40% in olio. Per intenderci: 100 gr di burro --> 40 gr di olio e queste quantità per una torta base con 250/300 gr di farina.
Quindi, la quantità che hai messo, pur ridotta, mi sembra anche tanta. Potresti provare con 50 gr (se non vuoi osare con 40 gr): vengono comunque bene e sono gustose lo stesso. Provare per credere!

Veloce commento al clima: sottoscrivo al 100%! Mi hanno rubato l'inverno...!!!!!!!!!!!!!

Un abbraccio,
Sara I° lab

Luisa ha detto...

ps.. se vieni da me c'è una sorpresina..

sara ha detto...

Ma che bontà, datteri e nocciole!!

Herbi ha detto...

bella.. e sicuramente buona buona!!
buon inizio di primavera :)

Margot ha detto...

Ciao cara, che bello sto dolce, un sacco di ingredienti insoliti! Io invece di inverno sono un po' stanca. Annuso l'aria frizzantina a caccia delle prime gemme ;-)

pips ha detto...

anche io sono un po' malinconica verso i cambi di stagione, però l'aria di questi giorni così nuova e strana mi piace. Come la tua torta!!!

la sissa ha detto...

Ciao ragazze e ben ritrovate tutte quante:
@Luisa: ..che carina che sei, mi fa piacere che le ricette che provo e poi pubblico si addicono ai tuoi gusti.
E.. grazie del pensiero che mi hai lasciato sul tuo blog :)

@Monica: grazie cara, è un dolce con una consistenza sostenuta ma non secca, eventualmente personalizzabile con uno dei tuoi favolosi topping!
Un abbraccio!

@Sara I° lab: ciao tesora, grazie dell’affettuoso incoraggiamento ;)
Lo sciroppo di dattero ho fatto fatica a trovarlo anche io: non lo vendono né da Naturasì né dal droghiere super fornito del centro. Alla fine che avevo perso tutte le speranze l’ho trovato nel negozio “Bio è” che mi è un po’ fuori mano ma è molto fornito. E’ dalla Ecor. Comunque ho letto che si può fare home made.. visto che a noi ci piacciono queste preparazioni ;) leggi qui: http://latanadelriccio.wordpress.com/2012/01/11/tortino-ai-datteri-con-salsa-al-cioccolato-e-mandorle/
Sciroppo che immagino sia facilmente sostituibile con sciroppo d’acero, malto ecc ecc.
Questo profuma (e colora) in maniera intensa il dolce, ..sa appunto.. di dattero! Buono buono..
Quanto all’olio, i tuoi consigli, lo sai bene, sono ben accetti. A dire il vero avevo pensato di ridurlo ancora un pochino, ma non mi sono fidata per paura che venisse un mattone duro. Essendo il dolce una sorpresina mattutina per san valentino volevo andare abbastanza sul sicuro… sai com’è… Però, siccome ho già voglia di rifarlo, tanto ci è piaciuto, provo a correggere -un po’ alla volta- il quantitativo e ti tengo aggiornata! Grazie del suggerimento e buona serata..

@Sara: oh sì buonissima, ottima anche da inzuppare nel té (appena appena sennò affonda però).
Buona serata!

@Herbi: grazie infinite.. Un abbraccio!

@Margot: con lo sguardo vado in cerca anche io di fiori e germogli immaginando le giornate all’aria aperta. Ma sono ancora inchiodata alle corte e fredde giornate invernali.
Ti abbraccio!

@Pips: i cambi di stagione allora ci fanno lo stesso effetto! ..eppoi temo l'arrivo dell'estate per il caldo soffocante degli ultimi anni, che con il passare del tempo sopporto sempre meno.
Ciao e a presto!

donatella ha detto...

dov'è l'inverno? me l'hanno portato già via.. stamattina, imperterrita, ho provato a dar retta al meteo (che portava -1 come minima a Roma) e ho messo gli stivaloni giganti e pesanti.. beh, un caldo della miseria!
mi ci vorrebbe proprio una fettina di questa buonissima torta per risollevare il mio animo sfiancato dalla scomparsa del generale inverno..
bellissima, complimenti!

Arianna ha detto...

Buonissima questa torta!!! Ho già segnato la ricetta!!!

la sissa ha detto...

@Donatella: eh sì, troppo caldo. Mi da sempre più da pensare che sono i segnali di malessere che ci invia la natura.
Bacionotte..

@Arianna: grazie, son contenta che ti piaccia :)
A presto e buonanotte!

xcesca ha detto...

Ciao! Ma che buona anche questa tua versione! Anche a me era piaciuta moltissimo, anzi.. potrei quasi quasi rifarla :)

la sissa ha detto...

@xcesca: io l'ho già rifatta con qualche modifica.. aggiungendo più succo di mela e diminuendo ulteriormente l'olio come ha suggerito Sara I Lab. Buona!
L'impasto è versatile e personalizzabile senza troppe difficoltà. Ho visto ora tramite il link che ha indicato Herbs l'albume vegetale con i semi di lino!!!! Interessante..
Notte e grazie del pensiero :)

Katy ha detto...

Eh beh, questa mi fa proprio impazzire! :-)
Io adoro che stia arrivando la primavera, però è anche vero che l'inverno spesso ha atmosfere ineguagliabili :-)
Un abbraccio

Cesca*QB ha detto...

Noooooooo deve essere troppo golosa!!!! la tengo per il prossimo inverno dai ;)