venerdì 15 ottobre 2010

Deliziosa pita magic moment alle mele




Nell’ammirare il mutare dei colori che infiamma gli alberi e le piante, dal giallo all’arancio, dal bronzo al rosso raffinandone l’aspetto, spettacolo che si chiama foliage ed è un dono che questa stagione naturalmente ed indistintamente offre a chi porta con sé l’esperienza della Bellezza, mi sento predisposta più che mai a carezzare il mio quotidiano e quello di chi mi sta vicino, con gesti e premure calde e confortanti.
In particolare la seduzione di certe spezie esala un forte richiamo, il cui uso diventa un naturale bisogno per l’animo.
E’ stata, infatti, una miscela di infuso che adoro (Magic Moment) ad ispirare questo dolce ripieno di soffice purea di mele che ben si armonizza con le note speziate della cannella, anice stellato, rum, arancio e l’uvetta sultanina, caratteristiche appunto di questo infuso.
..Chissà se le potete sentire..







Ingredienti

..per l’impasto:

- 2 vasetti di yogurt bianco (io ho usato quello di soia)
- 3 vasetti di farina 00
- 1 vasetto di zucchero semolato
- 1 vasetto di olio di semi (di vinacciolo)
- 3 uova intere
- ½ fialetta di aroma di rum
- 1 cucchiaino di vaniglia in polvere
- 1 bustina di lievito in polvere
 
..per il ripieno magic moment:

- 4 mele
- 50 gr di uvetta sultanina
- 15 gr di pinoli
- succo di mezza arancia
- buccia grattugiata di mezza arancia
- 1 cucchiaino di cannella in polvere
- ¼ di cucchiaino di anice stellato in polvere
- 7-8 fiori della cannella
- 2 cucchiai rasi di zucchero di canna cassonade


Procedimento:
lavate e sbucciate le mele e tagliatele a tocchetti piccoli.
Raccoglieteli in una casseruola nella quale metterete lo zucchero di canna, un niente di acqua ed il succo d’arancia.
Mescolate, coprite e cucinate a fuoco medio rimestando di tanto in tanto finché non sarà diventata una purea (circa 25 minuti).
A questo punto, togliete dal fuoco ed aggiungete le spezie, l’uvetta, i pinoli, la buccia grattugiata d’arancia; amalgamate e lasciate riposare.

(Annusare la fragranza che ha impregnato la stanza, n.d.r.)

Unire in una ciotola tutti gli ingredienti dell’impasto e miscelare con una spatola quel tanto che basta per farli amalgamare tra loro, avendo cura di togliere gli eventuali grumi di farina.

La consistenza dell’impasto sarà quello di una pastella fluida.
Versare metà della pastella in uno stampo per torte imburrato ed infarinato (io ne ho usato uno rettangolare cm 28 x cm 18) e cuocere nel forno preriscaldato a 180°C per circa 15-20 minuti, ovvero fino a quando la superficie risulterà rassodata, q.b. per raccogliere il ripieno.
Levare dal forno ed adagiare sopra il ripieno (ormai tiepido) livellando con una spatola.
Versare l’altra metà della pastella, pareggiare la superficie, e continuare la cottura per altri 30 minuti.
Verificare la cottura con uno stecchino (considerate le due fasi, a me in tutto, occorrono 45 minuti di cottura).
Lasciare intiepidire per qualche minuto prima di sformarlo.




Il risultato è stato una magica sorpresa anche per me..
Quindi con questo delizioso dolcetto partecipo al mio primo contest (chi l'avrebbe mai detto?!?!?), quello indetto da ArabaFelice and Co.!



Felice fine-settimana..














7 commenti:

Milla ha detto...

Mi piace un sacco!! la copio omettendo l'uvetta! a presto

arabafelice ha detto...

Grazie mille per la bella proposta, ed in bocca al lupo ;-)

Wennycara ha detto...

Fiori di cannella? oh bellezza, che tesoro inestimabile! sì, il profumo riesco ad immaginarlo, ma preferirei poter assaggiare :)
Bel dolce, e bellissime parole d'accompagnamento.
Sereno fine settimana a te,

wenny

terry ha detto...

Ma ch epost stupendo, hai sempre parole evocative nel presentar le tue creazioni che poi son proprio stupende!
bravissima!!!
:)
buon weekend!

la sissa ha detto...

@ Milla: fammi sapere se ti è piaciuta! Ciao e a presto

@ Arabafelice: ho investito tempo e speranze, speriamo bene............ :-)

@ Wennycara: i fiori di cannella, come forma, sono simili ai chiodi di garofano, per capirci. Hanno un sapore buonissimo, simile alla cannella ma con note meno spiccate. Io li uso per aromatizzare le mele cotte al forno o in tegame. Quando il droghiere di fiducia me ne ha fatto assaggiare uno, non ho resistito....
Buon week end!

@ Terry: grazie, che cara che sei.... Baci e buon week end a te!

Milena ha detto...

Non ho dubbi sulla bontà di questo dolce che si intuisce anche dalle foto, ma più di tutto mi intrigano i suoi profumi ...

Oxana ha detto...

Ciao Sissa,
mi ero convinta che ho lasciato un commento qui da te ancora prima, forse mi sto invecchiando;)
Comunque, è molto bella ricetta! Da qualche giorno ho conosciuto anch'io i fiori di cannella:) Davvero è un profumo delicato di cannella. La tua pita è molto interessante, brava!
Un bacione