martedì 11 gennaio 2011

Bozner Schnitten - rielaborazione


Quello che è passato è stato un week-end lungo durato ben quattro-giorni-quattro di relax complice il ponte dell’Epifania.
Quindi, a parte una capatina libidinosa al centro benessere, il resto del tempo è trascorso in lentezza tra le mura domestiche, favoreggiati dalle giornate tetre ed uggiose che hanno reso ancor più spensierato questo dolce letargo.
Durante una di queste giornate vi è stata l’improvvisazione di una cena con i vicini di casa sottostanti che fanno parte del magico gruppo di condomini affiatati del palazzo dove abito.
Detto-fatto ho colto l’occasione per ri-preparare questa torta che era sfuggita, per imprecisate ragioni, all’obiettivo, ma che aveva soddisfatto già diversi palati, ben sapendo che il mio A-d-o-r-a-t-o vicino (Fabio, nota la A e l'enfasi) non avrebbe rifiutato di salire con la sua amata reflex per fargli “uno” scatto serio in cambio di una fetta di torta………………
Il risultato di ciò che vedete (..mi sa che lo coinvolgo più spesso ;-) ) è la mia modesta rielaborazione del Bozner Schnitten di Fiordifrolla in versione per intolleranti al lattosio e con l’aggiunta della farina di nocciole che lo ha profumato e reso “accattivante”.
Mi sono arresa di fronte alla semplicità (com’è nella mia natura) e l’ho voluto lasciare così com’è, in veste torta da colazione, senza farcia di marmellata per non accavallare troppo i sapori.
Merita!
Ah se merita..


Ingredienti:

- farina 00: 100 gr
- farina di nocciole tostate: 60 gr
- cioccolato fondente: 100 gr
- zucchero semolato: 150 gr
- uova: 3
- olio di semi: 90 gr
- latte di soia a temperatura ambiente: 125 ml
- lievito in polvere per dolci: 1/2 bustina

Procedimento:

tritate finemente il cioccolato fondente con il mixer, dopo averlo ridotto a pezzetti grossolani, unitamente alle nocciole intere tostate.
In una ciotola sbattete con le fruste elettriche le uova insieme allo zucchero semolato fino ad ottenere un composto spumoso e gonfio.
Incorporate l’olio, sempre utilizzando le fruste.
Unite il latte di soia che dovrà essere a temperatura ambiente.
Unire poi il cioccolato fondente tritato, la farina 00, la farina di nocciole e il lievito -tutti setacciati a parte in una ciotola- e mescolate il tutto con una spatola fino a quando l’impasto sarà ben amalgamato.
Versate l’impasto all’interno di uno stampo per torte di cm 22 di dimensione opportunamente imburrato ed infarinato, livellate, e fate cuocere nel forno già caldo a 180° per circa 40/45 minuti o, comunque, fino a quando uno stecchino infilato al centro del dolce uscirà asciutto e pulito.
Sfornate e fate raffreddare completamente su di una griglia per dolci.
Spolverizzate con dello zucchero a velo setacciato.


Felice continuazione ;-)

5 commenti:

Fabi0+ ha detto...

miticaaaaaaaaaaaaaaa
by
Fabio

Wennycara ha detto...

Che meriti, non ho alcun dubbio...
Bella la cena tra vicini, è un'opportunità che un pò ti invidio :)
Un abbraccio grande e a presto,

wenny

marifra79 ha detto...

Cosa darei per un bel giorno in completo relax!
Ottima rielaborazione!Troppo bella
Un abbraccio

la sissa ha detto...

@Fabio: ruffiano.. :) mi ci vorresti ora per la torta che sto sfornando..........

@Wenny: ciao carissima, ben ritrovata! Oh si un gruppo di vicini così affiatati ..non lo credevo possibile! E' una rara preziosità! Un bacio!

@Marifra: grazie del complimento, detto da te poi..... con tutte quelle dolcezze che fai... mi lusinga parecchio!
A presto!

terry ha detto...

AH che spettacolo sto dolce! anche io vengo a star vicina a te allora !:)
ottima rielaborazione!