giovedì 10 marzo 2011

Polpette in umido



Non c’è modo di resistere alle polpette.
Nel veneziano sono il tipico “cicchetto” che accompagna un Signor aperitivo.
Ciascun oste ha la sua ricetta, ma ciò che non varia è il gustarle con le mani, giusto giusto una salviettina di carta per reggerle.
Polpetta fritta da un lato, prosecchino fresco nell’altra mano.
..Bello no!?!? ;-)
Per evitare la frittura delle polpette dribblo spesso ad altri piatti, ma ora che ho provato questa preparazione più leggera (e veloce), così come mi è stata suggerita in macelleria, che non prevede il passaggio nell’olio prima del loro cottura nella salsa, presumo dei cambiamenti nelle consuetudini di casa..
Stuzzicata poi dagli input che prevedono l’aggiunta delle uvette e dei pinoli nell’impasto, mi sono lanciata nell’esperimento e ne è risultato un piatto sfizioso e digeribile!

Ingredienti (per 3-4 persone):

- mix di carne macinata di pollo, tacchino, vitello: 250 gr circa
- uovo codice 0: 1
- pane raffermo ammollato in poca acqua e strizzato: 1 fetta
- pecorino romano grattugiato: 2 cucchiai
- pangrattato: 1 cucchiaio
- aglio: ½ spicchio
- pinoli: 1 manciata
- uvetta: 1 manciata
- prezzemolo: 1 pugno
- pepe
- pangrattato e farina 00 per l’impanatura: q.b.

Per la salsa:

- polpa di pomodoro: 600 gr circa
- pepe, peperoncino, basilico: q.b.

Procedimento:

raccogliere in una terrina la carne macinata, il pane raffermo ammollato in poca acqua e poi strizzato, il pecorino grattugiato, il pangrattato, l’uovo, i pinoli, l'uvetta, l’aglio tritato finemente, il prezzemolo sminuzzato ed il pepe.
Mescolare bene gli ingredienti tra loro.
Formare delle palline di circa 4 cm di diametro, passarle nel pangrattato miscelato con poca farina e trasferitele, man mano che sono pronte, nella pentola dove avete messo, nel frattempo, la polpa di pomodoro a cuocere unitamente al basilico ed al peperoncino.
Cucinare per circa 15-20 minuti, rigirandole spesso e delicatamente sui tutti i lati, finché la polpa si sarà addensata e le polpette cucinate.
Servire calde.

Formando delle polpettine più piccole di diametro si può usare come condimento di un risotto o di tagliatelle all’uovo.


9 commenti:

Wennycara ha detto...

Voglio provarle!
Mi piace l'idea che hai di aperitivo, l'approvo 100% :)
Sai che saranno quattro anni che non friggo polpette? Le cuocio sempre in forno, non so, sarà che mi ci sono abituata ma mi piacciono proprio. Ho sempre scartato la cottura in umido, perchè l'associavo appunto ai sughi, ai condimenti: immaginati che illuminazione mi hai dato! Grazie mille :)
Buona serata cara!

wenny

la sissa ha detto...

Senti senti.. Ho trovato una buona compagna di 'bacari'! ..mi illumini per la cottura in forno? Non ci avevo pensato, sai?!? Pangrattato e 180 gradi? Queste qui, cotte semplicemente in buona polpa di pomodoro aromatizzata da buon basilico, senza soffritto di cipolla, sono proprio goduriose.
Un bacino.
Sissa

terry ha detto...

Adoro polpettare e qualsiasi così sotto forma di polpetta mi attira! ...insomma....eccomi per il bacaro tour! ;)
bone ste tue in umido, come le fa mamma!!!
Io spesso come Wenny le faccio al forno!

la sissa ha detto...

@Terry: Eh sì, il bacaro tour... Sarebbe divertente!! Molto! :)))))
Qualcuno mi spiega come si fanno al forno????
Grazzzzie.
Bacini
Sissa

Wennycara ha detto...

Sono semplicissime: mi sa che è anche per questo {soprattutto?} che inconsciamente evito di friggere ;)
In generale per polpettine di 3-4 cm di diametro impano e cuocio a 180° C per un 20', se dai un giro d'olio fanno una bella crosticina :)
Buona domenica,

wenny

Fico e Uva ha detto...

Le polpette al forno...le devo provare anche io che sono un po' imbranata con olio soprattutto se caldo per friggere.... bella la presentazione! Di solito io creo delle piramidi imbarazzanti...ne togli una eeeeee... ;-))
ciao Fico&Uva

la sissa ha detto...

@Wenny: grazie dei lumi, cara! Ci voglio provare al più presto! E' una bella rivelazione questa cottura al forno
Un abbraccio.

@Fico e Uva: nemmeno io ho tanta mano con le fritture in genere.. Sarà perché evito di farle e quindi non ho pratica.. Anche se, fatte come si devono, sono una vera goduria!!
Un abbraccio e buona giornata!

le pupille gustative ha detto...

Adoro le polpettine al sugo, con le uvette e i pinoli le faceva la mia amata nonna... Nessuno sa dire di no alle polpette, sono l'allegria fatta a piatto! Bellissima la tua versione, mi hai fatto venire voglia di farmele ora :)

la sissa ha detto...

@le papille gustative: ma ciao, chiara! Pensa che con le uvette ed i pinoli non le avevo mai assaggiate ed è stata una bella rivelazione trovare questa ricetta tra i foddblogs! ..mi fa piacere tu sia passata!
A presto,
Sissa